Cultura Scicli 03/05/2017 12:43 Notizia letta: 628 volte

Severino Santiapichi a Enigma nel 2004 parla del caso Orlandi. VIDEO

Un documento importante
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-05-2017/severino-santiapichi-enigma-2004-parla-caso-orlandi-video-500.jpg

Scicli - Era il 2004 e Andrea Vianello conduceva Enigma, noto programma di Rai3 che si occupava di casi di cronaca. Durante una puntata andata in onda quell'anno, si è parlato della scomparsa di Emanuela Orlandi, la quindicenne cittadina vaticana sparita nel 1983 senza lasciare nessuna traccia.

Fra le ipotesi investigative più accreditate circa la scomparsa della giovane, anche se poi nel tempo sono risultate prive di fondamento, c'era quella che riguardava il presunto scambio fra il terrorista turco Mehmet Ali Agca e la giovane ragazza. In pratica, Agca, che millantava di far parte di un'organizzazione terroristica denominata "Lupi Grigi", già in carcere per aver attentato alla vita di Giovanni Paolo II nel 1981, dichiarava che Emanuela Orlandi era stata rapita per permettere la sua liberazione.

Questa ipotesi, oggi completamente smentita, era stata all'epoca presa seriamente in considerazione dagli inquirenti. Durante quella puntata di Enigma, però, il giudice sciclitano Severino Santiapichi, che aveva presiduto in Corte D'Assise al processo contro Agca, e che quindi aveva avuto modo di conoscerlo, intervistato da Andrea Vianello dichiarò: "Agca mi disse che nel rapimento non c'entrava niente. Mi è sembrato sincero".

Poi, ha aggiunto: "Era uno dei due uomini più intelligenti che io abbia conosciuto". Chi era l'altro? chiede Vianello. Santiapichi, in maniera sibillina, risponde: "Non lo dico". Un velo di mistero, dunque, su questo intelligentissimo interlocutore.

Severino Santiapichi a Enigma from Irene Savasta on Vimeo.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg