Sanità Scicli 23/07/2016 14:59 Notizia letta: 15160 volte

Muore per garza dimenticata nello stomaco, denuncia di malasanità

Chiesto un risarcimento milionario
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-07-2016/muore-per-garza-dimenticata-nello-stomaco-denuncia-di-malasanita-500.jpg

Scicli -  Ha deciso di denunciare alla Magistratura l'Asp per fare piena luce sulla morte del padre al quale sarebbe stata dimenticata una garza nell’addome durante l’intervento per la resezione del retto.
Alex Internicola, figlio della vittima Gino, deceduto a Milano nel giugno del 2014 all’età di 71 anni, ha raccontato ai magistrati l’odissea sanitaria del padre sottoposto nel giugno del 2012 a un intervento di resezione del retto, colecistectomia presso l’Unità Operativa di Chirurgia dell’opsedale “Busacca” di Scicli.
Secondo quanto scrive il figlio della vittima nella denuncia inviata alla Procura della Repubblica di Ragusa, a seguito delle emorragie interne, il padre ha dovuto subire nel novembre del 2012 un nuovo intervento, stavolta presso l’IRCCS, Istituto Clinico Humanitas di Milano. Qui i medici hanno asportato una garza, dimenticata evidentemente durante l’intervento avvenuto sei mesi prima in Chirurgia a Scicli.
A causa dei fatti, il signor Internicola ha dovuto subire altre interventi tesi a fermare le emorragie interne, ma ciò non è stato sufficiente a garntirgli la sopravvivenza. Il 30 giugno del 2014 avviene il decesso.
Il figlio Alex, ritiene che il padre sia stato vittima di omicidio colposo a causa della negligenza, imprudenza e imperizia dei medici.
“Voglio che si accertino le responsabilità-dichiara Alex-. La morte di mio papà deve avere giustizia”.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg